0881 612931 0881 651141 info@sanitapiu.it | info@pec.sanitapiu.it Viale Degli Aviatori, 25 - Foggia

Rispetto a questi temi la RSSA IL SORRISO e il Centro Diurno OASI VERDE organizzano delle giornate di attività, grazie  alla collaborazione di alcune figure come illustratori, fumettisti, ma soprattutto la sensibilità dei componenti della Casa editrice Edizioni del Rosone.

Da circa due anni partecipa come struttura all’evento nazionale del”MAGGIO DEI LIBRI” dove  per l’intero mese di maggio si promuovono manifestazioni dedicate alla scrittura e alla lettura. Tra i partecipanti Illustratori, un attrice teatrale, due comici e gli alunni dell’Istituto Einaudi-Grieco e del Liceo Marconi. Durante il primo anno di partecipazione all’evento si è anche inaugurata all’interno della struttura una  “sala Lettura” dedicata agli ospiti e alle loro famiglie  dove è possibile ritrovarsi e passare un po’ di tempo in compagnia della lettura.

In particolare  la Casa editrice “le EDIZIONI DEL ROSONE” collabora in molte attività dedicata alla lettura, fa racconti animati durante il periodo natalizio e pasquale, si impegna come portavoce della cultura in contesti quali le residenze socio assistenziali e le scuole d’infanzia, organizza laboratori manuali e creativi legati a delle storie e tradizioni particolari, fa in modo di coinvolgere gli ospiti nel vasto mondo dell’editoria.

Obiettivi generali: non solo leggere da piacere, godimento, ma consente di dilatare il tempo ,stabilire un contatto emotivo con i luoghi inventati e quelli interni riflessi nelle pagine di un libro o nelle storie narrate. La lettura è attività che coinvolge tutti i sensi , che si esplica attraverso sensazioni tattili delle pagine, olfattive dell’odore della carta stampata, visive nelle illustrazioni o disegni presenti, sonore e persino gustative se le descrizioni fatte sono così perfette da consentire rappresentazioni reali. Inoltre un libro può divenire luogo di incontro e di confronto. È proprio leggendo il Marcovaldo si Italo Calvino che gli anziani si sono immedesimati nelle avventure del protagonista, ogni giorno poi gli stessi leggono il quotidiano sviluppando accanto ad attività legate alla memoria quelle di comprensione e confronto. I ragazzi invece in generale ascoltano tutto quello che gli viene raccontato ed esprimono con i disegni, i colori le loro emozioni e stati d’animo.

CORSO DI INFORMATICA: Avvalendosi sempre del supporto dell’Istituto Einaudi la Cooperativa Sanità Più ha intrapreso un percorso di digitalizzazione informatica. Il tutto si svolge attraverso due giornate di lavoro a cadenza settimanale dove gli ospiti supportati dagli alunni trascorrono le ore scolastiche insegnando gli elementi base dello scrivere, catalogare e salvare i documenti, modificar e creare immagini.

In particolare il progetto ha l’obiettivo finale di creare un raccoglitore di storie , frammenti di vita quotidiana, filastrocche, poesie , tradizioni attraverso l’incontro generazionale tra ragazzi e anziani.

Obiettivi generali: Il panorama informatico riserva per le persone in situazioni di handicap approcci e nuovi strumenti per poter comunicare, invece per gli anziani ha garanzia di stimolare la memoria così come le autonomie. In ogni modo l’affiancamento a nuove generazioni è motivo di socializzazione e scoperta delle nuove tecnologie.

Sempre sullo stesso tema, la struttura intraprende a periodi alterni, percorsi di educazione alla teatralità, grazie al supporto di associazioni operanti in questa materia e rivolte nello specifico al  modulo disabili.  Per ogni ragazzo vengono messi disposizione tecniche e materiali di lavoro che stimolano la sua fantasia e lo mettono a confronto con le potenzialità del suo corpo, della sua voce , dello spazio che lo circonda e della relazione che definisce con gli altri. opinioni.

Obiettivi generali:

  • favorire la scoperta e lo sviluppo delle potenzialità espressive del proprio corpo anche in situazioni di disabilità
  • sperimentare la manifestazione delle proprie espressività attraverso il gesto, la voce, i colori, gli oggetti, il suono, il racconto, il movimento
  • scoprire modalità espressive alternative rispetto a quelle già possedute
  • migliorare la dimensione relazionale all’ interno del gruppo , favorendo l’opportunità di creare relazioni diverse
  • promuovere la cooperazione e l’integrazione tra le persone.

LABORATORI CREATIVI-OCCUPAZIONALI

Dello stesso valore innovativo sono anche  il Laboratorio occupazionale di formazione e preparazione al lavoro organizzati sulla base di una arricchimento personale del soggetto. Esempio i laboratori di lavorazione del cuoio e dell’argilla, grazie alla collaborazione di alcune associazioni presenti sul territorio. Nei laboratori gli ospiti affiancati da degli esperti , imparano prima a conoscere i materiali quali l’argilla e il cuoio e si cimentano nella lavorazione dando libero sfogo alla loro creatività. Scopo finale la produzione di piccoli oggetti ad uso personale, sottopentola, ciondoli, braccialetti e collane.

Obiettivi generali:

  • valorizza il senso estetico
  • rafforza l’autostima
  • favorisce la comunicazione interpersonale
  • stimola la cooperazione
  • libera la creatività
  • potenzia le capacità manipolative
  • promuove il senso di autonomia

Obiettivo futuro: garanzia di occupazione da parte soprattutto dei ragazzi in attività simili.

LABORATORIO DI MUSICOTERAPIA 

Sono sempre più numerosi gli studi e le esperienze che attestano l’utilità della musica con gli anziani, soprattutto se vivono l’ultima parte della loro vita in un istituto. L’anziano anche quello che non ha ricevuto un educazione musicale , ha una competenza esperienziale in tutto quello che concerne il campo sonoro-musicale: la conoscenza di canti, il ricordo di eventi sonori per lui significativi, le pratiche sociali inerenti la musica come il ballo, le serenate, i cantastorie. Questo bagaglio sonoro-musicale che l’anziano si porta dentro , che lo accompagna , che parla della sua storia , del suo vissuto, dei suoi sentimenti, delle vicende passate , della sua cultura diventa materiale su cui lavora il musicoterapeuta. La musicoterapia lavora sulle parti sane dell’anziano e il suo obiettivo primario è quello di valorizzare tutte le potenzialità residue: la musica diventa così un mezzo per prendersi cura degli anziani troppo nostalgicamente legati al passato e quindi incapaci di vivere un presente proiettato https://dvakotla.com.ua/ nel futuro, e gli anziani che presentano problemi di depressione , aiutandoli ad accettare il proprio processo di invecchiamento e/o elaborare un lutto.