0881 612931 0881 651141 info@sanitapiu.it | info@pec.sanitapiu.it Viale Degli Aviatori, 25 - Foggia
header_centrodiurno_2

Il centro diurno integrato per il supporto cognitivo e comportamentale ai soggetti affetti da demenza è un modulo all’interno della Residenza IL SORRISO a ciclo diurno finalizzato all’accoglimento di soggetti in condizione di non auto-sufficienza, che per il loro declino cognitivo e funzionale esprimono bisogni non sufficientemente gestibili a domicilio per l’intero arco della giornata.

Il Centro è destinato a soggetti affetti da demenza associata o meno a disturbi del comportamento, non affetti da gravi deficit motori, gestibili in regime di semiresidenzialità, capaci di trarre profitto da un intervento integrato, così come definito dal rispettivo Piano assistenziale individualizzato (PAI).

Il Centro è strutturato per una capacità ricettiva massima di n.30 utenti e pianifica le attività diversificandole in base alle esigenze dell’utenza e assicura l’apertura per almeno otto ore al giorno , per sei giorni a settimana, dal lunedì al sabato. La frequenza di utilizzo del Centro potrà variare per ciascun utente da un minimo di 3 ad un massimo di 6 giorni a settimana, in base a quanto definito dal PAI.

Finalità complessive del Centro sono le seguenti:

  • controllare/contenere il processo di deterioramento cognitivo ed i disturbi del comportamento
  • mantenere il più a lungo possibile le capacità funzionali e socio relazionali
  • consentire il mantenimento dei soggetti a domicilio, ritardandone il ricovero in strutture residenziali
  • aiutare la famiglia a comprendere l’evoluzione cronica della malattia e supportare il care giver rispetto le attività del centro
  • garantire il dialogo e la comunicazione con gli altri servizi sanitari e socio sanitari della rete

Il centro in ogni caso organizza:

  • servizio di accoglienza
  • attività di cura e assistenza alla persona
  • servizio medico ed infermieristico
  • attività di terapia occupazionale
  • attività di stimolazione cognitiva( memory training, terapia di riorientamento alla realtà)
  • attività di stimolazione sensoriale (musicoterapia, arteterapia, aromaterapia)
  • attività di stimolazione emozionale ( terapia della reminescenza, terapia della validazione, psicoterapia di supporto)
  • strategie della riduzione della contenzione , specie farmacologica e per l’utilizzo dei presidi di sicurezza
  • attività ricreative, di socializzazione, ludiche, culturali e religiose
  • servizio pasti
  • servizio trasporto da e per l’abitazione propria

Tutte le attività sono aperte al territorio e attivando le risorse e i legami con alcune delle realtà della comunità locale.

Si accede al Centro mediante procedura:

  • la UVA – Unità di Valutazione Alzheimer e gli altri servizi ospedalieri e territoriali specialistici (neurologici, psichiatrici, geriatrici) esprimono la diagnosi di demenza
  • gli stessi servizi formulano la richiesta di accesso, in uno con l’istanza dei familiari o del tutore, al direttore di Distretto socio sanitario
  • il direttore del Distretto attiva la UVM che elabora la SVAMA del caso per l’accesso al Centro
  • la UVM con l’equipe del Centro elaborano il PAI e lo verificano periodicamente

Visti gli obiettivi e le attività del Centro , la quota di compartecipazione del SSR al pagamento della retta giornaliera è pari al 50% del totale.

Tutto il personale socio sanitario oltre ad essere specializzato ed in possesso di titoli riconosciuti, è aggiornato con una formazione continua , con corsi in materie anche monografiche del settore e di cura ed assistenza alla persona. Il personale è dotato di un cartellino di riconoscimento, visibile in ogni momento dagli ospiti e dai visitatori, che riporta oltre alla foto dell’operatore , le generalità e la qualifica professionale.

Nello specifico per il Centro Diurno Integrato sono presenti le seguenti figure:

  • medico specialista (geriatria, neurologo) per almeno 8 ore settimanali
  • educatori professionali
  • psicologo
  • fisioterapista
  • infermiere per gli interventi di competenza, secondo le necessità degli utenti indicate nel PAI. Tale figura deve essere fornita dai servizi territoriali del Distretto socio sanitario di riferimento o dalle strutture residenziali socio sanitarie presso cui è collocato il Centro
  • operatori socio sanitari (OSS)
  • il coordinatore della struttura individuato tra le figure socio sanitarie del Centro
CONCETTI IMPORTANTI CENTRO DIURNO ANZIANI
MALATTIE NEURO DEGENERATIVE:

sono un insieme variegato di malattie del sistema nervoso centrale accomunate da un processo cronico e selettivo di morte cellulare dei neuroni. A seconda del tipo di malattia il deterioramento può comportare deficit cognitivi, demenza, alterazioni motorie, disturbi comportamentali e psicologici.
Tra le più note:

  • Demenza: disfunzione celebrale progressiva che determina disturbi della memoria, dell’orientamento, dell’attenzione e alterazioni della personalità, a questa è legata una progressiva limitazione delle attività quotidiane che porta nel lungo periodo alla necessità di assistenza, questa non è una malattia ma una sindrome ( insieme di sintomi).
  • Malattia di Alzheimer: è una patologia neurodegenerativa progressiva ed irreversibile, che colpisce il cervello. E’ intesa come la più comune forma si demenza in forma avanzata, intesa come una progressiva perdita delle funzioni cognitive. Il morbo di Alzheimer influisce sulle capacità di una persona a portare a termine le più semplici attività quotidiane, andando a colpire aree celebrali che controllano funzioni come la memoria, il pensiero, la parola. Con il suo progredire l’individuo ha difficoltà a svolgere le normali funzioni quotidiane, dimentica facilmente ( in particolare gli eventi recenti e nomi di persona), sviluppa difficoltà di linguaggio, tende a perdersi e mostrare disturbi comportamentali.
  • Malattia o morbo di Parkinson: i sintomi tipici della condizione sono dovuti alla morte delle cellule che sintetizzano e rilasciano la dopamina. Sono legati al movimento ed includono tremori, rigidità lentezza nei movimenti e difficoltà a camminare.